Come pitturare una parete in 7 passaggi

Come pitturare una parete? Se non sai da dove partire ecco alcuni semplice consigli per pitturare una parete o l'intera casa senza fare danni!

Ci siamo! Dopo aver rimandato mille volte pitturare casa, finalmente hai deciso di cambiare “vestito” alle pareti e stai cercando di capire come pitturare una parete e quindi come muoverti per fare tutto in autonomia e in economia.

Non farti prendere dal panico: le cose sono molto più semplici di quello che potresti pensare e, anzi, facendo un passo alla volta arriverai al traguardo senza nemmeno rendertene conto!

Per non scoraggiarti, pensa a quanto sarà soddisfacente posare tutti gli attrezzi, alla fine, e fermarti a guardare il tuo piccolo capolavoro che avrà reso la tua parete più fresca, curata ed accogliente!

Ecco quindi, step by step, come pitturare una parete di casa per un risultato top e soprattutto senza fare danni!

Prima di pitturare la parete dobbiamo liberarla

Una volta decisi i colori da coinvolgere – e le eventuali decorazioni – e procurati tutti gli attrezzi necessari (per fare un lavoro lineare evitando pause forzate da antipatici imprevisti), la prima cosa da fare è liberare la parete da qualunque oggetto o accessorio: via, quindi, quadri, poster, mensole, lampade, ma anche chiodi, cavi e placche di prese elettriche ed interruttori. Servirà a dare continuità al colore che applicherai.

Proteggi mobilio e pavimento

Non importa essere sicuri di fare un lavoro preciso e certosino: prevenire è meglio che curare, come diceva un famoso spot!

Quindi se devi pitturare una parete, dedica qualche ora ad assicurarti che tutti i mobili presenti nelle varie camere – debitamente spostati dalle pareti, ovviamente, e agglomerati verso il centro – siano coperti da qualche telo o lenzuolo e, allo stesso modo, che pavimento e battiscopa siano protetti da fogli di giornale, magari fissati qui e là con del nastro adesivo.

Se le piastrelle sono particolarmente pregiate o, magari, hai installato il parquet, per evitare che schizzi di pittura possano rovinare definitivamente tutto, meglio munirti di teli di plastica o di iuta, che sono più spessi e resistenti.

Ti risparmierai un sacco di fatica e ne guadagnerai in serenità di movimenti durante la manodopera!

♥ Leggi anche: Come pulire il camino in maniera perfetta

Pulisci la parete

Un lavoro ben riuscito è un lavoro che dura nel tempo.

Affinché il colore venga perfettamente assorbito, prima di iniziare a pitturare la parete meglio pulirla con uno strofinaccio intinto in acqua calda e sapone liquido delicato: procedendo dall’alto verso il basso, così, eliminerai polvere ed eventuali parti di intonaco già decadenti, che andrebbero a compromettere l’intera ritinteggiatura.

Per stanze dove l’accumulo di sporco previsto è di più (come la cucina), puoi anche optare per una goccia di sgrassatore; occhio solo ad evitare che la parete resti troppo bagnata!

♥ Leggi anche: Come togliere la ruggine dal ferro ecco 6 trucchi che funzionano

Applica il primer

Pitturare Casa
Pitturare Casa

A questo punto puoi cominciare il lavoro vero e proprio: applica il primer (definito anche “aggrappante”) con un rullo classico, nelle quantità previste dalla metratura da coprire, muovendoti dal basso verso l’alto e facendo attenzione a stendere strati abbastanza sottili. Angoli, nicchie ed altri anfratti potranno essere rivestiti con l’aiuto di un pennello.

Tutto questo ti consentirà non solo di far aderire meglio la vernice, ma anche di passare da un colore scuro ad uno visibilmente più chiaro senza il rischio di aloni o contaminazioni.

P.S. Dare il primer è indispensabile se al momento hai un colore scuro e vuoi passare ad un colore chiaro

Riposo e attesa

Saranno già passate delle ore da quando hai cominciato: ti meriti una bella pausa.

Approfitta che il primer deve asciugare per almeno 4 ore per stabilizzarsi e stacca la spina dedicandoti a quello che preferisci: ti servirà per tornare al lavoro in perfetta forma e con il pieno di energia!

Nel frattempo, lascia gli ambienti ben ventilati con le finestre aperte oppure accendi un ventilatore da soffitto o un condizionatore.

Vai con la vernice!

Rimescola per bene la vernice (esistono anche dei miscelatori elettrici) per darle uniformità e fondere perfettamente pigmenti ed olio ed inizia a pitturare la parete partendo dai bordi, rigorosamente a mano.

Aiutandoti con delle strisce di nastro adesivo potrai avere degli angoli perfettamente netti (ad esempio, nel caso in cui tu voglia colori diversi per pareti adiacenti), ma occhio a far sgocciolare sempre il pennello prima di avvicinarlo al muro! Facendo una sorta di “cornice” sarà più facile, poi, riempire in mezzo con il rullo, che ti consentirà di essere più veloce senza rinunciare alla precisione.

A proposito, sai come pitturare una parete con il rullo e ottenere il risultato migliore? Descrivendo delle M o delle W, in avanti ed indietro, a chiusura di tutte le sezioni del muro!

A questo punto, valuta quante passate è opportuno fare: a volte se ne rendono necessarie addirittura 3.

In ogni caso, fai passare almeno due ore tra l’una e l’altra (meglio se 4), in modo da renderti conto dell’effetto reale da asciutto.

Un modo per facilitare la pittura su parete è quello di usare un rullo rispetto ai classici pennelli. Tra i tanti provati c’è un rullo che ti consiglio su tutti che è quello della WAGNER, ha un serbatoio, ha il manico allungabile e ha una particolare impugnatura con un sistema di pompaggio davvero valida. Qui puoi vedere come funziona o acquistarlo

Goditi il finale

Infine, dopo l’ultima passata, controlla che non vi siano imperfezioni o “buchi”, riponi tutto al meglio e passa una giornata in relax: per stabilizzarsi del tutto, infatti, la vernice ha bisogno di 24-48 ore e solo in quel momento potrai vagliare realmente tutto con precisione.

Occhio, però, ad indovinare l’attimo migliore per staccare il nastro adesivo! Per evitare danni o piccole crepe nel colore, meglio farlo quando la pittura è ancora leggermente umida.

È andato tutto per il verso giusto e il risultato è degno delle tue aspettative?

Allora dopo aver pitturato la parete risistema tutti i mobili e cogli l’occasione per organizzare una cena di inaugurazione con gli amici per premiarti di tutta la fatica fatta!

Altri utenti hanno letto anche:

I più letti