Come pitturare casa: 5 cose da sapere prima di iniziare

Se cerchi qualche consiglio su come pitturare casa ecco i 5 più importanti

53
Come pitturare casa
Come pitturare casa

Se sei alla ricerca di qualche buon consiglio su come pitturare casa senza fare danni, sei nella pagina giusta, ci sono alcune cose che devi sapere prima di iniziare.

Hai intenzione di verniciare le pareti del tuo appartamento e sei già con secchio, scala e pennello tra le mani?

Bene: appoggia tutto in un angolo, prenditi 5 minuti e scopri tutto quello che c’è da sapere prima di iniziare.

Ti eviterà pasticci e imprevisti a cui, poi, sarebbe davvero oneroso ed antipatico rimediare!

Che si tratti di un’opera di cambio stile per rinnovare l’atmosfera tra le mura domestiche o della prima passata di colore dopo la ristrutturazione o all’atto del trasloco.

Sapere come pitturare casa è fondamentale perché c’è tutta una serie di operazioni da svolgere per preparare i muri a ricevere il nuovo rivestimento, mettendoti in condizione di ottenere un risultato finale omogeneo, duraturo e senza imperfezioni.

A questo scopo, vale la pena ricordare che le pareti interessate devono essere il più possibile lisce, uniformi e pulite a monte della prima pennellata.

Ecco, quindi, tutto quello che devi fare prima di armarti di pennello e rullo.

1. Protezione degli elementi circostanti

Pur avendo la manualità più precisa del mondo, non c’è arredamento o pavimento che possa restare illeso dal passaggio in casa di una buona dose di pittura.

Muoverti in tranquillità, oltretutto, ti consentirà di eseguire un lavoro certosino e dal risultato impeccabile, per cui non rinunciare ad una fase di protezione degli elementi circostanti: garantito che potresti pentirtene!

D’altro canto, basta davvero poco: con dei fogli di giornale e del nastro adesivo potrai rivestire minuziosamente non solo il parquet o le piastrelle della pavimentazione, ma anche porte, infissi, mobilio, lampade e altri punti luce, battiscopa e tutto ciò che si trova all’interno delle varie stanze.

Una precauzione a costo zero, che prende poco tempo ed energie e che ti consentirà di svolgere tutte le tue mansioni in assoluta serenità.

2. Libera e pulisci la parete

A questo punto, la prima cosa da fare è liberare le pareti da tutte le decorazioni che ospitano, siano esse quadri, poster, mensole, plafoniere, orologi, carta da parati o altro.

Chiaramente, andranno rimossi anche tutti i chiodi e le viti annesse: per questa operazione, a volte, si rende necessario “scavare” un po’ verso l’interno.

In ogni caso, con uno strato di stucco riempitivo a copertura, tutto si sistema facilmente.

Occhio anche all’eventuale presenza di muffa: in quel caso va tassativamente eliminata con l’ausilio di candeggina diluita in acqua o un prodotto specifico; la stanza, poi, dovrà essere arieggiata per circa 3 giorni prima di cominciare i lavori.

Chiaramente, se si trattasse di un problema serio (umidità di risalita, mura umide o addirittura bagnate) il mio consiglio è di risolverlo alla radice attraverso i consigli di un esperto, perché altrimenti ti ritroverai ben presto tutto l’intonaco rovinato e avrai speso denaro ed energie inutilmente!

3. Assicurati di avere a tua disposizione tutto il materiale e gli attrezzi necessari

Come pitturare casa - Kit rulli
Come pitturare casa – Kit rulli

Vuoi davvero dedicarti a dipingere gli ambienti domestici in assoluta spensieratezza?

Allora meglio perdere qualche minuto ad assicurarti che tu abbia sottomano tutto ciò di cui hai bisogno: materiali e strumenti.

Non parlo solo della pittura, che avrai sicuramente già scelto e comprato, o di pennelli e rulli, ma anche di tutto ciò che ruota intorno alla realizzazione di un lavoro perfetto e che può aiutarti a risolvere piccoli imprevisti.

Per quanto riguarda i rulli c’è un kit fenomale. È un rullo con serbatoio, posso già immaginare lo scetticismo, ma ti posso assicurare che dimezzerai i tempi di lavoro e soprattutto senza sporcare, nemmeno una goccia di vernice. Dato la cifra praticamente irrisoria, lo devi provare. Ti metto il link sotto

Acquista qui il Kit rulli per pitturare casa

Crepe, buchini lasciati da viti e tasselli o spaccature vanno, come già detto, trattati con dello stucco prima di passare alla fase della verniciatura; per queste piccole operazioni, quindi, serviranno anche una cazzuola o uno scalpello e, certamente, qualche pinza che ti aiuti a rimuovere questi dettagli dalle pareti prima di intervenire.

Allo stesso modo, della carta vetrata ti sarà utile per limare tutto una volta che lo stucco si sarà asciugato ed anche un secchio (da riempire con acqua tiepida) ed uno straccio pulito saranno fondamentali per rimuovere dai muri la polvere accumulatasi.

Il rischio, altrimenti, è di ritrovarti a fronteggiare delle vere e proprie emergenze che ti costringeranno ad uscire più volte di casa, durante i lavori, per recarti in ferramenta a procurarti tutto ciò che ti serve.

Meglio evitare questo disturbo, non credi?

4. Fissativo: perché è importante?

Esattamente come una donna indossa un primer come base make up per un risultato perfetto ed impeccabile, così le mura hanno bisogno di essere rivestite da un fissativo (che, guarda caso, viene chiamato allo stesso modo) per ridurre ed uniformare l’assorbimento della pittura e facilitarne l’applicazione.

Questo isolante è incolore, trasparente e non infiammabile e si compone di resine acriliche a basso odore.

Sicuro per la salute e per l’ambiente, offre in risultato pareti compatte e perfettamente lisce, pronte per ospitare la tinteggiatura dopo aver aspettato il tempo necessario per l’essiccatura che va da alcune ore addirittura a qualche settimana, a seconda dei casi.

Il consiglio è di affidarti a questo prodotto soprattutto in caso di alta porosità o di prima imbiancatura.

5. Controlla l’agenda

Infine, una raccomandazione che potrebbe sembrare superflua ma che non lo è affatto: prima di “aprire le danze” fai un check dei tuoi impegni e regolati di conseguenza!
Per verniciare le pareti di un intero immobile sono necessarie ore; in qualche caso, addirittura giorni.

E tutto potrebbe diventare decisamente più oneroso in fatto di tempi e di energie (oltre che di costi) ritrovandoti interrotto da qualche appuntamento dimenticato.

Assicurati, quindi, di dedicarti a questo lavoro in un momento dell’anno in cui sei più libero, magari sfruttando il caldo dell’estate per approfittare dell’asciugatura naturalmente veloce, e datti l’opportunità di eseguire una verniciatura a regola d’arte: sarà un investimento sul futuro.

Allora, se volevi sapere come pitturare casa spero di averti fornito tutti i dettagli necessari per cominciare.

Pronta ad armarti di pennello e vernice?