Come non mangiarsi le unghie: 7 consigli per smettere

In questa guida ti daremo dei consigli e qualche strategia su come non mangiarsi le unghie, quindi se anche tu vuoi smettere di mangiarti le unghie continua a leggere sotto…

Il termine medico per indicare l’atto del mangiarsi le unghie è “onicofagia”. L’onicofagia è un disturbo ossessivo-compulsivo che coinvolge il 30% dei bambini, il 45% dei ragazzi e per fortuna solo il 5% degli adulti.

Perché non bisogna mangiarsi le unghie?

Devi sapere che dietro il disturbo dell’onicofagia si può nascondere un disagio anche grave, perché le persone affette dal disturbo possono avere una personalità fragile, insicura o ansiosa. In casi meno gravi, il vizio del mangiarsi le unghie può nascondere una situazione di forte stress emotivo o di noia a cui il soggetto interessato risponde mangiandosi le unghie.

Mangiarsi le unghie si può ripercuotere anche sulla salute, essendo causa di infezioni e infiammazioni.

Solitamente, il disturbo dell’onicofagia compare nell’infanzia e scompare in età adulta. Uno dei principali motivi scatenanti l’onicofagia è la nascita di un fratellino, che ruba attenzioni al bimbo già presente in famiglia.

In altri casi, sono invece gli eccessi di responsabilità affidati ai bambini a poter far insorgere il problema. Solitamente, comunque, il difetto scompare con la crescita, anche se un 5% degli adulti non riesce a superare il problema.

Se anche tu appartieni a quel 5%, NON PREOCCUPARTI leggi la nostra guida su come non mangiarsi le unghie.

Trova il lato negativo

Per prima cosa, cerca di individuare i lati negativi della tua cattiva abitudine: una mano poco curata non è mai presentabile, inoltre mangiarsi le unghie può rovinare denti e gengive o provocare infezioni anche gravi sia alle dita che ad altre parti del corpo.

Smalto amaro e peperoncino

Uno dei metodi classici per non mangiarsi le unghie è quello dì applicare uno smalto amaro che dovrebbe agire da dissuasore del gesto. Inserendo le dita in bocca, infatti, si avverte subito un cattivo sapore, un sapore praticamente insopportabile.

P.S. Ci sono alcuni smalti amari, dal sapore terribile, che si sente anche se solo passi la punta della lingua sopra un’unghia, uno dei più famosi è MAVALA Stop che puoi acquistare subito da qui

Con il tempo, l’associazione tra sapore cattivo e gesto del mordicchiare le proprie unghie dovrebbe portare a eliminare il vizio.

Un altro metodo è quello di applicare del peperoncino sulle unghie. Il principio è identico a quello dello smalto amaro.

Fare manicure frequenti

Molte donne dichiarano di riuscire a non mangiarsi le unghie quando vedono la propria mano ben curata. Fare manicure frequenti può perciò aiutare a resistere alla tentazione, e per fortuna oggi esistono anche dei metodi che permettono alla manicure di durare a lungo e anche dei metodi naturali per rinforzarle.

Usa uno smalto semipermanente

Sia la tecnica del gel sia quella degli smalti semipermanenti danno risultati che durano anche diverse settimane, perché lo smalto si fissa all’unghia in modo permanente e rende l’unghia dura, resistente e a prova di morso.

La tecnica degli smalti semipermanenti è adatta ad ogni tipo di manicure: potranno utilizzarla sia le donne che amano un look sobrio sia coloro che vogliono provare la nail art e far realizzare delle opere d’arte in miniatura sulle proprie unghie.

Anche se decidi di non passare al semipermanente o al gel, ti consigliamo comunque di tenere sempre a portata di mano una limetta e un paio di forbicine, per evitare che un’unghia poco curata si trasformi in un impulso irresistibile per le tue labbra! Ci sono dei Kit tipo questo molto pratici che possono essere portati sempre appresso.

Smetti un’unghia alla volta

A volte, un buon modo per abituarsi gradualmente a non mordicchiare le dita è di curare una sola unghia alla volta. Partire da un’unghia qualsiasi e tenetela sempre in ordine, lasciandola crescere. Quando l’impulso di mordere è forte, rivolgetelo verso le altre unghie.

Se il desiderio di mangiare l’unghia scompare, passate ad un’altra, e continuate in questo modo finché non avrete smesso per sempre con l’onicofagia.

Trova un diversivo ogni volta

Un altro trucco per smettere di mangiarsi le unghie è di trovare un diversivo ogni volta che la tentazione diventa troppo grande. Potreste ad esempio mangiare un chewing gum, oppure stringere una pallina di gomma per tenere lontane dalla bocca le mani e soprattutto scaricare lo stress su qualcosa di diverso dalla vostra unghia.

La pallina antistress

Se sei una persona particolarmente stressata, oltre a stimolare la tua mente e alleviare lo stress e l’ansia con le famose palline antistress (tipo quelle che torvi in questo set) cerca dei modi per rilassarti, ad esempio con lo sport, la meditazione o con lunghe passeggiate a contatto con la natura.

Ricordate infine che l’onicofagia nasconde spesso un disagio più grave: individuatelo e risolvetelo, con o senza l’aiuto di uno psicologo, è il vostro vizio se ne andrà da solo!

Altri utenti hanno letto anche:

Non perderti I più letti

Non perderti questi articoli tra i più apprezzati dai nostri lettori su come migliorare l'aspetto

Pulizia del viso fai da te, 5 trucchi per farla perfettamente

In questa pagina ti illustro alcuni semplici consigli da seguire e alcuni prodotti da tenere a portata per una perfetta pulizia del viso fai da te. Partiamo!

Come sbiancare i denti gialli in modo naturale con questi 7 trucchi

Vorresti avere anche tu un sorriso smagliante come una star di Hollywood allora non ti puoi perdere questi consigli su come sbiancare i denti gialli in modo naturale.

Maschera viso, le 3 TOP da comprare

Sei alla ricerca di una machera viso ma non sai quale acquistare? Ecco le top 3 da provare e qualche consiglio utile.

Sauna facciale: come e perché dovresti farla

Hai mai sentito parlare della sauna facciale? Sai che cos’è e come potrebbe migliorare la pelle del tuo viso? Non preoccuparti, ti spiego tutto...

Come rinforzare le unghie fragili con 3 metodi naturali

Hai le unghie deboli o che si sfaldano? Ecco alcuni utili consigli si come rinforzare le unghie fragili con metodi naturali