Telefono caduto in acqua, cosa fare?

Telefono caduto in acqua, cosa fare? Non tutto è perduto, ecco cosa fare e non fare se il telefono ti è caduto in acqua

26
Telefono caduto in acqua, cosa fare?
Telefono caduto in acqua, cosa fare?

Sai che stando ad alcune stime IDC, il telefono caduto in acqua è tra le prime cause di rottura degli smartphone con una percentuale di oltre il 10% di tuffi indesiderati che si rivelano poi “mortali”.

Anche se ormai molti modelli di smartphone (di fascia alta) sono waterproof ne rimane comunque una larga parte sprovvista di questa protezione, quindi attenzione all’acqua!

Caso tipico, stai passeggiando a bordo piscina, chiacchierando, poi il cellulare di colpo ti scivola e plof, telefono caduto in acqua.

Oppure, sei nella vasca il telefono vicino a te squilla, fai per prenderlo, ti sguscia dalle mani e plof telefono a mollo.

Stai facendo il bucato, stai per vuotare il lavandino/secchio, il cellulare ti scivola dalla tasca e plof, in acqua.

Senza dimenticare un classico il cellulare che cade in acqua nel wc.

Il maggior pericolo per i circuiti del nostro telefono è il sale, che li corrode.

Hai capito la situazione, sperando che non ti sia successo, ma se ti dovesse accadere come fai a recuperare un telefono caduto in acqua?

– Come lo salvi dalla distruzione?
– Come cerchi di arginare il disastro?

Ora sei davanti ad un problema il telefono è caduto in acqua, cosa fare? Te lo spiego subito!

Cosa NON fare se il telefono è caduto in acqua

Bene, hai fatto la frittata!

  • Togli immediatamente il telefono dall’acqua (ogni secondo è di vitale importanza per il tuo telefono caduto in acqua);
  • Assolutamente non scuoterlo;
  • Non soffiarci sopra (questo per evitare di spingere l’acqua in altri parti);
  • Non strofinarci un panno sopra per asciugarlo (meglio tamponare delicatamente);
  • Non premere alcun pulsante e se è spento non accenderlo;
  • Non utilizzate mail il forno, nel phon per asciugarlo.

P.S. Ogni movimento o scuotimento potrebbe spingere qualche gocciolina d’acqua ancor più in profondità ecco perché per asciugarlo e meglio tamponarlo delicatamente evitando appunto ogni strofinamento.

Cosa FARE se il telefono è caduto in acqua

Avvolgere le parti del telefono in un pezzo di scottex e immergerlo nel riso
Avvolgere le parti del telefono in un pezzo di scottex e immergerlo nel riso

Per prima cosa avvolgere il telefono in panni morbidi ed asciutti, smontare ogni parte smontabile (batteria e sim se possibile) del telefono ed asciugare tutti i componenti.

Rimuovi memory card, cuffie o qualsiasi altra periferica e asciuga tutto. Se hai un piccolo aspirabriciole usalo per aspirare l’umidità in eccesso.

Immergi tutti i componenti del telefono (avvolgendoli prima in un pezzo di scottex) in una ciotola pieni di riso, o di gel di silice in quanto hanno proprietà disidratanti e adsorbenti.

Non avere fretta: meglio lasciarli lì a contatto con il riso o il gel per qualche giorno (48 ore possono bastare) prima di rimontare il telefono.

Per velocizzare e rendere l’azione del riso più efficace è consigliabile avvicinare il riso ad una fonte di calore esempio: termosifone, importante non lasciarlo per troppo tempo max 2h.

Dopo 24/48 controlla il telefono …

Passate 24/48 ore di immersione nel riso, controlla il telefono ed ogni parte messa ad asciugare.

Con un pennello asciutto rimuovi eventualmente la polvere e la sporcizia. Occorre rimettere la batteria e provare se il telefono si accende.

Eventualmente collegarlo al carica batterie. Se il telefono si accende ma non funziona potrebbe esservi ancora dell’acqua nei circuiti.

Telefono caduto in acqua, cosa fare? Un consiglio!

Potrebbe capitare che il dispositivo torni a funzionare per poi magari spegnersi definitivamente. Ti consiglio di fare subito un backup come si accende.

Acquistare una custodia impermeabile da usarequando si va al mare potrebbe essere modo per prevenire tali incidenti. Vedi qui ne trovi di moltissimi prezzi custodie impermeabili