Sauna facciale: come e perché dovresti farla

Ecco cosa c’è da sapere relativamente all’uso della sauna facciale, perché farla e come usarla al meglio per trarne maggior beneficio possibile.

42
Sauna facciale
Sauna facciale

Hai mai sentito parlare della sauna facciale? Sai che cos’è e come potrebbe migliorare la pelle del tuo viso? Non preoccuparti, ti spiego tutto qui di seguito.

Diciamoci la verità, al di là di make up super trendy e outfit principeschi e ricercati, una pelle liscia, compatta, priva di imperfezioni e polposa è un biglietto da visita a cui nessuna donna vorrebbe rinunciare.

E non c’è da stupirsi: ritrovarsi piacevoli allo specchio è un ottimo modo per cominciare bene la giornata e per auto-infonderci un po’ di positività e di sana autostima che sono capaci di fare miracoli in tutti gli ambiti della nostra vita.

♥ Leggi anche: Pulizia del viso fai da te, 5 trucchi per farla perfettamente

Se anche tu, come me, resti sconcertata dalla naturale bellezza delle attrici che si mostrano su Instagram in modalità #NoMakeUp, forse è il caso che ti istruisca sui benefici della sauna facciale.

Scommettiamo che tra 5 minuti sarai già pronta a fare il tuo ordine su Amazon (più sotto ti ho messo il link di una delle migliori saune facciali da acquistare in questo momento)?

Cos’è e dove fare la sauna facciale

La sauna facciale è un trattamento viso che consiste in una regolare applicazione di vapore caldo, con particolare accortezza di insistere sui punti maggiormente interessati da inestetismi ed imperfezioni.

Le amanti del fai-da-te riescono ad eseguirlo comodamente tra le mura domestiche attraverso una pentola d’acqua calda (su cui sporgersi) ed un asciugamano (a copertura totale), ma oggi la tecnologia ha reso tutto più semplice mettendo a disposizione diversi dispositivi – portatili o professionali – in grado di sprigionare questi fumi ad alta temperatura e di direzionarli alla perfezione sul nostro volto.

Magari te ne sarai accorta frequentando qualche centro estetico: è quel macchinario utilizzato dalle estetiste per prepararti alla premitura che ti libera dei punti neri!

Funziona, ovviamente, a corrente: una volta che l’acqua nel serbatoio raggiunge la giusta temperatura, si incanala sotto forma di vapore verso il cono d’uscita che direziona il getto esattamente dove vogliamo.

Come avrai intuito, quindi, è possibile effettuare una sana facciale sia a casa ed in autonomia che presso una SPA o altri punti che si occupino di beauty & wellness.

I benefici della sauna facciale

benefici della sauna facciale
Benefici della sauna facciale

La sauna facciale ha innumerevoli benefici sulla salute della nostra pelle:

  • apre i pori e permette una pulizia del viso più profonda, migliorando l’efficacia di prodotti e cosmetici che riescono a penetrare più facilmente;
  • favorisce il ricambio cellulare, aiutando ad eliminare le cellule morte e stimolando la microcircolazione, combattendo anche i segni di invecchiamento precoce, donando rinnovata tonicità e luminosità;
  • combatte acne e accumulo di punti neri liberando i pori ostruiti;
  • coadiuva un’azione detox che permette alla pelle di sudare e di liberarsi di tutte le impurità, ostacolando la proliferazione di batteri “cattivi” e l’ingrigimento del colorito;
  • favorisce la naturale traspirazione;
  • è nemica naturale della sinusite perché funziona un po’ come una sorta di aerosol leggero, permettendo a naso e bocca di inalare vapore caldo e di purificare le vie respiratorie.

Insomma, un piccolo elisir di giovinezza e di benessere per la parte del nostro corpo che è più esposta verso l’esterno in tutte le stagioni dell’anno!

Come sfruttarla al meglio e cosa evitare

C’è da dire che ogni viso fa caso a sé: non è possibile, quindi, “prescrivere” a tutte lo stesso tipo di utilizzo della sauna facciale, né come intensità né come cadenze temporali.

Ad esempio, in caso di pelle secca la sua azione è importantissima perché reidrata in profondità, ma si devono evitare sbalzi di temperatura troppo forti e vapori troppo bollenti che potrebbero essere controproducenti.

L’ideale è terminare sempre il trattamento con la stesura di una crema nutriente ed idratante che riequilibri i delicati strati dell’epidermide dopo lo shock termico.

Anche la pelle grassa può giovare di questo tipo di applicazione, grazie all’azione disintossicante prima accennata che risulta particolarmente indicata per liberare la famosa “zona T” (fronte, naso e mento) da eccessi di sebo e impurità.

Un discorso analogo vale anche per chi ha una pelle a tendenza acneica.

Se hai la pelle sensibile, inoltre, una sauna facciale tiepida e leggera può avere un effetto calmante ed idratante; occhio solo alle temperature!

Ti avverto, però: non ti aspettare effetti positivi di alcun genere su cicatrici, malattie della pelle specifiche o particolari tipi di acne (come la rosacea, quella ormonale o quella infiammata); inoltre, gli esperti sconsigliano di utilizzare questo tipo di dispositivi in caso di gravidanza e di problemi circolatori (come pressione sanguigna alta o bassa) o cardiaci.

Infine, meglio sentire il parere di un medico o di un esperto se soffri di diabete, di disturbi alla tiroide o al fegato.

Come utilizzare la sauna facciale

Se hai deciso di optare per una sauna facciale fatta in casa, una volta che il beauty device sarà tra le tue mani sarà sufficiente riempire il serbatoio (meglio se con acqua distillata, lo preserverà da accumuli di calcare che potrebbero finire per diventare nocivi!), inserirlo nella presa di corrente ed accenderlo, aspettando che i vapori raggiungano la temperatura desiderata.

Mi raccomando, avvicinati al dispositivo in tutta sicurezza, un po’ per volta, per testare il tuo livello di sopportazione del calore e, soprattutto, non sottoporre il viso ad uno shock termico vero e proprio: al massimo, comunque, arriva a circa 8 centimetri dal cono d’uscita.

Inizia con trattamenti di pochi minuti (massimo 5) ed allunga gradualmente le sessioni studiando il miglior piano beauty a seconda del tuo tipo di pelle e delle tue esigenze.

Durante l’emissione del vapore chiudi gli occhi, rilassati, magari ascoltando i tuoi brani musicali preferiti, e cerca di goderti il momento dimenticandoti di tutto: sarà un ottimo escamotage per dedicare un po’ di tempo a te stessa.

Infine spegni il dispositivo, tampona il viso con un asciugamano pulito e morbido ed applica eventuali cosmetici.

Trattandosi di un macchinario che opera con acqua ed elettricità, ovviamente, abbi sempre la massima cura e, soprattutto, ricorda di svuotare il serbatoio a corrente staccata prima di riporlo sul suo scaffale.
saunafacciale

Quale sauna facciale acquistare

Revlon rvsp3537 Ultimate Glow Sauna facciale
Revlon rvsp3537 Ultimate Glow Sauna facciale

In rete girano vari modelli di saune facciali … con tutte una cosa in comune, il produttore spesso è qualcuno di sconosciuto, chissà quindi con quali materiali sono fatte.

Mi sento quindi di consigliare la sauna facciale di Revlon a mio avviso una garanzia di qualità con dei materiali costruttivi davvero ottimi.
Oltre ad essere esteticamente molto carina, l’utilizzo è davvero semplice: si riempie il serbatoio, ci si posiziona a circa 25 cm di distanza dall’ugello da cui uscirà il vapore e si preme il tasto di avvio, una volta sola per un utilizzo di 15 minuti e due volte (in maniera veloce) per 20 minuti.
La sauna per il viso di Revlon è un must per la tua routine di bellezza; grazie anche al vapore potenziato dalla tecnologia UV per una pulizia profonda della pelle che apparirà meravigliosamente idratata e luminosa.
Puoi subito acquistare la sauna facciale da qui

Imparandone a sfruttare le potenzialità con regolarità, anche una sauna facciale settimanale potrebbe essere sufficiente per ritrovarti una pelle luminosa e a prova di “pizzicotto”!
Pronta a sperimentare?