Come fare il castagnaccio

Una ricetta ideale per la stagione autunnale di origine toscana un dolce che costa poco ma è decisamente nutriente ecco come fare il castagnaccio.

Condividi "Come fare il castagnaccio" con i tuoi amici sarà utile anche a loro!

Attiva Disattiva

Come fare il castagnaccio

Come fare il castagnaccio

Anche a voi capita di fare passeggiate nel bosco per raccogliere castagne? Bene, ecco una ricetta ideale per la stagione autunnale, per chi ama i dolci, per chi ama cucinare i dolci nelle giornate uggiose, per chi raccoglie troppe castagne e poi non sa che farsene.
Il castagnaccio ha origine dalla tradizione contadina del 1500 ed è stato inventato da Pilade da Lucca nelle terre appenniniche, presumibilmente era toscano ma non ne si è certi, quindi fra Toscana, Liguria, Emilia e Piemonte tutti luoghi in cui la raccolta delle castagne (qui spieghiamo i metodi per cucinare i marroni) è stata sempre una delle attività principali rispetto alle altre attività agricole della montagna. Nell'ottocento furono introdotti nuovi ingredienti come uvetta e pinoli e contemporaneamente questo dolce si diffuse in tutta Italia.
In seguito allo spopolamento delle montagne si è un po' perduta la tradizione del castagnaccio nei luoghi d'origine, riscoperto poi negli anni successivi, ognuna delle regioni sopra elencate ne personalizzato la ricetta aggiungendo ingredienti e modificandone il metodo di cottura. 
Si tratta di un dolce che costa poco ma è decisamente nutriente. Fra l'altro anticamente si credeva che il rosmarino fosse uno degli ingredienti dei filtri d'amore per cui la fanciulla che voleva far innamorare un ragazzo doveva offrirgli una fetta di questo dolce. Nelle zone fiorentine troverete baldino o bardino, è il nome dialettale del castagnaccio così se vi trovate in zona sapete come chiamare il dolce. Scopri insieme a noi la ricetta del castagnaccio!

  • Ingredienti per 8 persone - Tempo di preparazione:
    Cosa serve:
  • › Acqua 750 ml
  • › Castagne farina 500 gr
  • › Noci 100 gr di gherigli
  • › Pinoli 100 gr
  • › Rosmarino aghi
  • › Uvetta 80 gr
  • › olio evo q.b.

ecco come fare..

1

Occorre, per prima cosa preriscaldare il forno a 200° 30 minuti prima d'infornare. Quindi si mette a bagno nell'acqua tiepida l'uvetta per farla rinvenire. 

 

2

Si passa al setaccio la farina di castagne e dopo aver terminato la si mescola con l'acqua versata a filo finchè non si ottiene un composto morbido e liscio.

 

3

Quindi strizzate l'uvetta ed unitela all'impasto, aggiungete anche i pinoli e le noci tritate. Ora versate l'impasto su di una teglia (40 cm) che avrete precedentemente spennellato d'olio o imburrato, spennellate l'olio anche sulla superficie del dolce ed in ultimo decorate con aghi di rosmarino uvetta e pinoli. Non resta che infornare per 30 minuti a 200° finchè la superficie non sarà dorata con qualche crepa.

 

Come fare il castagnaccio: Un consiglio!

La teglia con cui informate il dolce dovrebbe essere di rame stagnato secondo la tradizione e attenzione alla farina di castagno che acquistate poiché non deve essere troppo dolce quindi nella confezione non dev'essere indicata ulteriore aggiunta di zucchero. Per agevolare la cottura del castagnaccio bucherellate la superficie del dolce con un semplice stuzzicadenti dieci minuti prima di spegnere il forno. Si può fare il castagnaccio anche in versione frittella: basta diluirlo con un po' di latte aggiungere un pizzico di bicarbonato e con un mestolo versarne delle porzioni nell'olio caldo quindi poggiare le frittelle su carta assorbente, forse sarà più gradito ai bambini.

Heii aspetta! Ti va di contribuire?

Vogliamo rendere questa guida più utile e dettagliata possibile, se c'è qualcosa che vuoi aggiungere o correggere lo puoi fare compilando il form sotto il contributo sarà approvato con il tuo nome!

Proponi il tuo contributo!
Hai trovato utile questa semplice guida? - Twittalo come vuoi!
Dillo @risorseinrete
RISORSEINRETE.NET GUIDE SU COME FARE A..